Chi è il medico legale ? cosa fa ?

Il medico legale è il laureato in medicina che ha competenze sia in ambito medico che giuridico alla ricerca di cause relative di un fatto rilevante da un punto di vista biologico e legale. E’ quindi una figura professionale che esprime un giudizio di responsabilità giuridica in un ambito medico.
Una figura complessa che in ambito infortunistico ad esempio può affiancare il giurista per la valutazione del danno alla salute subito per colpa di terzi in un incidente stradale o sul lavoro, in ambito previdenziale valuta il diritto alla pensione o all’aiuto dello Stato per motivi di salute, in ambito assicurativo tutela il risarcimento del danno biologico rispetto a terzi, in ambito penale valuta le conseguenze del danno alla persona per colpa e ne cerca le responsabilità oppure è di supporto al giurista per graduare la pena o per decidere se la pena è commisurata allo stato di salute dell’attore.
E’ quindi una figura professionale centrale che collabora con il giurista nella relazione tra la salute e il diritto.
Nel suo bagaglio culturale dovrebbe avere la formazione di chi vive con il malato nell’ascolto e spesso nel silenzio di una diagnosi e di una prognosi, avere l’abitudine all’uso dei farmaci e quindi esser consapevole degli effetti che essi determinano nell’organismo e cercare di correlarsi al malato più che alla malattia. Spesso ciò non avviene poichè nel nostro cammino chi non vive il rapporto con chi soffre correla la descrizione clinica con le proprie categorie mentali che sono formate sui libri o sul tirocinio spesso frettoloso ai tempi dell’università in cui si diventa specialisti in una materia che, senza il malato, spesso diviene sterile.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *